ISSN: 2038-3282
La Rivista è inserita nella  Banca Dati ACNP ( Catalogo italiano dei periodici) e in DOAJ Directory of Open Access Journals
LOGIN
e-mail
password
Hai dimenticato la password ?
Registrati gratis su Qtimes
Una volta iscritto potrai visualizzare e salvare le notizie in pdf , potrai ricevere la nostra newsletter e usufruire di tutti i SERVIZI PLUS !
Cerca in Qtimes
Home Page
Rapporti, riflessioni, presentazioni
Studi e contributi di ricerca
Interviste
Recensioni

NUMERI PRECEDENTI
   Anno I - N°1,2009
   Anno I - N°2,2009
   Anno II - N°1,2010
   Anno II - N°2,2010
   Anno II - N°3,2010
   Anno II - N°4,2010
   Anno III - N°1,2011
   Anno III - N°2,2011
   Anno III - N°3,2011
   Anno III - N°4,2011
   Anno IV - N°1,2012
   Anno IV - N°2,2012
   Anno IV - N°3,2012
   Anno IV - N°4,2012
   Anno V - N°1,2013
   Anno V - N°2,2013
   Anno V - N°3,2013
   Anno V - N°4,2013
   Anno VI - N°1,2014
   Anno VI - N°2,2014
   Anno VI - N°3,2014
   Anno VI - N°4,2014
   Anno VII - N°1,2015
   Anno VII - N°2,2015
   Anno VII - N°3,2015
   Anno VII - N°4,2015
   Anno VIII - N°1,2016
   Anno VIII - N°2,2016
   Anno VIII - N°3,2016
   Anno VIII - N°4,2016
   Anno IX - N°1,2017
   Anno IX - N°2,2017



Advisory Board
Politica Editoriale
Open Access
Invia il tuo articolo
Author Guidelines
Ethical Guidelines
Peer Reviewing
Indexing and Abstracting
Call for Paper July 2015

VIGNETTA

 

IN VETRINA

Anicia 2016 Euro 26,00
S. Nirchi - S. Capogna
Tra educazione e società nell'era delle ICT. Luci e ombre del processo di innovazione digitale in ambito educativo
isbn13 : 9788867092727

TAG CLOUD
comunicazione Valutazione Certificazione Qualità Blog Q-Times Six Sigma DMAIC social network

23/10/2017

:     
OSPITE SCIENTIFICO
Prof. Eufrasio Pérez Navio - Universidad de Jaen - Spagna
EDITORIALE

A scuola: “Non uno di meno!”
di Stefania Nirchi 2010-10-01
Per poter cambiare la scuola, come per poter operare qualunque cambiamento, occorre per prima cosa, aldilà dei soliti discorsi di carattere politico e istituzionale, un esercizio di pensiero. Solo attraverso il pensiero è possibile generare qualcosa di pratico e di concreto. La scuola chiede di essere ricreata e rigenerata, non semplicemente abolita o rinnovata”.
continua...

TRAMA

Carrozze senza cavalli: breve nota su media digitali e formazione
di Mario Pireddu 2010-10-01
L’intento dell’articolo è quello di chiarire in che modo e in che misura gli adulti debbano assicurarsi che gli studenti capiscano i media che utilizzano nei loro percorsi di apprendimento, e sottolinea un aspetto messo in luce ormai più di quaranta anni fa dallo studioso canadese Marshall McLuhan. continua...

SIPARIO

Comprendere il Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività. Parte seconda. Attenzione e strategie di intervento psicoeducativo.
di Alessia Giangregorio 2010-10-01
Il Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività è caratterizzato da un quadro clinico articolato, all’interno del quale le manifestazioni del disturbo possono assumere connotazioni differenti a seconda del prevalere delle difficoltà nella regolazione comportamentale o in quella attentiva. Ciò che si nota è una generale difficoltà ad individuare prontamente i casi in cui il deficit a carico dei processi attentivi sia predominante; per questo è utile sottolineare alcuni aspetti teorici rilevanti a riguardo, per sviluppare una consapevolezza educativa che guidi al riconoscimento delle effettive necessità, evitando di attribuire etichette basate sul senso comune. Il primo passo da compiere è quindi domandarsi cosa significa essere disattenti, per poter poi individuare le strategie operative idonee a fornire un valido sostegno psicoeducativo.
continua...

Promuovere la prosocialità lungo l’arco di vita. Il ruolo delle agenzie educative Parte prima. I presupposti concettuali
di Savina Cellamare 2010-10-01
La prosocialità (Pro Social Behavior) si è affermata in tempi recenti come una proposta concettuale e operativa efficace nell’affrontare istanze educative che cambiano in ragione del modificarsi del tessuto sociale e culturale e stabilisce dei principi che hanno valore universale, dimensione transculturale ed estensione trasversali a tutte le età della vita. Gli studi condotti in questo particolare ambito hanno inteso dare una risposta scientifica a domande sulla relazionalità e la reciprocità sociale che ed hanno evidenziato, in particolare, il concorso di fattori psicologici ed educativi che ne determinano o ne ostacolano l’apprendimento e lo sviluppo, indicando metodologie, strategie, tattiche e strumenti per promuovere sia a scuola sia nell’extrascuola il possesso di competenze prosociali, e ancor più per favorire l’acquisizione di uno stile di vita pro sociale.

continua...

La valutazione di politiche socioeducative. L’apporto della metodologia qualitativa
di Roberto Melchiori, Savina Cellamare 2010-10-01
Per dare una risposta all’esigenza di valutare gli interventi di politica educativa finalizzati alla  creazione di servizi alla persona, destinati soprattutto ai giovani e alle famiglie, è stato predisposto e applicato uno specifico programma di valutazione caratterizzato per l’uso della metodologia qualitativa. Dalla sua applicazione è scaturito un interessante modello conoscitivo, che può essere utilizzato per situazioni diverse, come la valutazione del Piano dell’offerta formativa di una istituzione scolastica o anche la valutazione della soddisfazione degli studenti di un corso di studi universitario, oppure la valutazione di un servizio sociale, come ad esempio gli asili nido.

continua...






SPAZIO A...
Arginare i mille rivoli del lavoro nero (da www.ImmigrationFlows.net)
di Gianfranco Zucca 2010-10-01
L’iniziativa di Immigration Flows di dedicare dei contributi sull’inserimento degli immigrati nel mercato del lavoro cade in un momento nel quale c’è una singolare attenzione istituzionale ad un tema che condiziona in modo pesante la qualità  dell’occupazione straniera. Il lavoro “nero” continua ad essere uno dei tratti peculiari del sistema produttivo italiano, un fattore economico che con la rapida evoluzione del fenomeno migratorio tende ad avere sempre più peso.
continua...
Chi ha paura dello Straniero? (da www.ImmigrationFlows.net)
di Elisa Colombini 2010-10-01
Spesso gli immigrati rappresentano un facile capro espiatorio. E serve poco opporre qualche argomento razionale per cercare di delimitare questo senso comune ormai diffuso a livello nazionale, come affermare che quest’orda è composta in realtà da una maggioranza di lavoratori stranieri di cui tutti, ormai, dovrebbero riconoscere l’insostituibilità per lo sviluppo dell’intero paese; o ancora che, dati alla mano del Ministero dell’Interno, non è vero che i cittadini stranieri regolari delinquono più dei cittadini italiani.
continua...







Q-TIMES SEZIONI

Rapporti, riflessioni, presentazioni
Studi e contributi di ricerca
Interviste
Recensioni
Advisory Board
Politica Editoriale
Open Access
Invia il tuo articolo
Author Guidelines
Ethical Guidelines
Peer Reviewing
Indexing and Abstracting
Call for Paper July 2015

Direttore Responsabile:
Stefania Nirchi

Ospite Scientifico :
Prof. Eufrasio Pérez Navio - Universidad de Jaen - Spagna
qtimes
Prof. A. Cocozza, Univ. Roma Tre
Prof. Carlo Felice Casula - Univ. Roma Tre
Prof.ssa S. Cellamare - INVALSI
Prof.ssa Rita Minello - Univ. Niccolò Cusano
Prof.ssa Agnese Rosati - Univ. di Perugia
Prof.ssa Angela Piu - Università della Valle d'Aosta
Prof. A. Cocozza Univ. Roma Tre
Prof.ssa Stefania Capogna - Univ. Roma Tre
Prof.ssa S. Cellamare - INVALSI
Prof. Andrea Gentile- Univ Marconi
Prof. Mario Pireddu - Univ. Roma Tre
Prof. R. Melchiori - Università Telematica “Niccolò Cusano”
Prof. Fernando Lezcano Barbero- Universidad de Burgos - España
Prof. Agustin Escolano Benito-Universidad de Vallladolid,España
Prof. C. Piu, Università della Calabria
Giancarlo Cerini
Benedetta Cosmi
Prof.ssa A.L. Fazzari Univ. “Tor Vergata” Roma.
Prof.ssa T. Serra - Univ. La Sapienza di Roma
Prof.ssa A. Poggiani Univ. La Sapienza di Roma
Prof. G. Domenici - Univ. Roma Tre
Prof.ssa M. L. Boninelli - Univ.di Venezia
Prof. F. Bocci - Univ. Roma Tre
Prof. D. Falcone - Università di Cassino

Tutti i diritti riservati© Tutti gli articoli possono essere riprodotti con l'unica condizione di mettere in evidenza che il testo riprodotto è tratto da www.qtimes.it Registrazione Tribunale di Frosinone N. 564/09 VG

Le immagini riprodotte sono reperite su internet e pertanto ritenute di pubblico dominio. Per chiederne la rimozione contattare il nostro staff.